“Fare rete per la crescita del territorio”

Secondo Anna Riga turismo e ristorazione devono andare di pari passo

Fare rete, essere propositivi, superare le divisioni in nome del bene collettivo. Lo sviluppo del territorio, la crescita dell’economia, secondo Anna Riga passano da questi concetti chiave. Dalla capacità di creare un modello di cooperazione che metta insieme i diversi attori che operano nel settore turistico. Un sistema dal quale ciascuno potrà trarre beneficio nella misura in cui la crescita sarà collettiva.

È questo il cuore del contributo che la proprietaria e chef del ristorante “Porto Vecchio” ha portato al dibattito dal titolo “Turismo é futuro: lavoro, cultura, opportunità”, che si è tenuto presso il Museo archeologico di Capocolonna in occasione della Festa dei lavoratori. Il dibattito ha messo a confronto donne impegnate nel sociale, in politica e nell’imprenditoria, raccogliendo suggerimenti e pareri su come migliorare il sistema turistico del territorio crotonese e creare occupazione attraverso di esso. Proprio in veste di imprenditrice Anna Riga ha portato la sua esperienza, e ribadito quanto sia importante fare camminare di pari passo il turismo e la ristorazione, intesa come valorizzazione delle risorse migliori e più geniune del territorio. Anche attraverso la ristorazione di alta qualità, infatti, si può raccontare il territorio d’origine, contribuendo a farlo conoscere in tutti i suoi aspetti e le sue caratteristiche più esclusive.

Anche in questo caso, però, occorre fare rete e rimboccarsi le maniche, rifuggendo la tentazione del disfattismo e provando ad affrontare in maniera costruttiva, e così a risolvere, tutti i problemi che sono innegabilmente presenti.

To top